DECRETO NOMINA RESPONSABILE DELLA TRASPARENZA

7 febbraio 2014 - Pubblicato in AMMINISTRAZIONE GENERALE, TRASPARENZA, VALUTAZIONE E MERITO

COMUNE DI BOVILLE ERNICA

Decreto sindacale n. 2 Lì, 30.01.2014

Oggetto: nomina del Responsabile della Trasparenza ai sensi dell’art.43 del D. Lqs. n . 33/2013

IL SINDACO

VISTO il D. Lgs. 14/03/2013 n. 33 recante “riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicitĂ , trasparenza e diffusione di informazioni da parte della Pubblica Amministrazione”;
VISTO, in particolare, I ‘art.43 di detto decreto che testualmente stabilisce:
“1. All’interno di ogni amministrazione il responsabile per la prevenzione della corruzione di cui all’articolo1, comma 7, della legge 6 novembre2 012, n. 190 , svolge,d i norma, le funzioni di Responsabile per la trasparenza, di seguito e, il suo nominativo Ă© indicato nel Programma triennale per la trasparenza e I’integritĂ . ll responsabile svolge stabilmente un’attivitĂ  di controllo sull’adempimento da parte dell’amministrazione degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente, assicurando la completezza, la chiarezza e l’aggiornamento delle informazioni pubblicate, nonchĂ© segnalando a ll’organo di
Indirizzo politico, al Nucleo di Valutazione, all’AutoritĂ  nazionale anticorruzione, nei casi piĂą gravi, all’ufficio di disciplina i casi di mancato o ritardato adempimento degli obblighi di pubblicazione.
2. ll responsabile provvede all’aggiornamento del Programma triennale per la trasparenza e I’integritĂ , all’interno del quale sono previste specifiche misure di monitoraggio sull’attuazione degli obblighi di trasparenza e ulteriori misure e iniziative di promozione della trasparenza in rapporto con il Piano anticorruzione.
3. I dirigenti responsabili degli uffici dell’amministrazione garantiscono il tempestivo e regolare flusso di informazioni da pubblicare ai fini del rispetto dei termini stabiliti dalla legge.
4. ll responsabile controlla ed assicura la regolare attuazione dell’accesso civico sulla base di quanto stabilito dal p esente decreto.
5. In relazione alla loro gravitĂ , il responsabile segnala i casi di inadempimento o di inadempimento parziale degli obblighi in materia di pubblicazione previsti dalla normativa vigente, all’ufficio di disciplina, ai fini dell’eventuale attivazione del procedimento disciplinare. Il responsabile segnala altresì gli inadempimenti al vertice politico dell’amministrazione, al Nucleo di valutazione ai fini dell’attivazione delle altre forme di responsabilitĂ .”
VISTO:
• il D. Lgs.n . 150/2009 “Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della produttivitĂ  del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni”;
• la legge 6 novembre 2012, N. 190 con la quale sono state approvate le “disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalitĂ  nella pubblica amministrazione”;
• il comma 35 dell’art. 1 della sopra citata legge che delega il Governo ad adottare un decreto legislativo per il riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicitĂ , trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni;

RICHIAMATE altresì le linee di indirizzo che la Commissione Indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l’ lntegritĂ  delle amministrazioni pubbliche (ClVlT), oggi ANAC, ha emanato in materia, con i sottoelencati provvedimenti:
- la delibera n. 06/2010 “Prime linee di intervento per la trasparenza e I ‘integrità”;
- la delibera n. 105/2010 ”Linee guida per la predisposizione del Programma triennale per la trasparenza e I ‘integritĂ  (art. 13, comma 6 , lettera e , del D . Lgs.n . 150/2009)”;
- la delibera n. 120/2010 “Programma triennale per la trasparenza: consultazione delle associazioni rappresentate nel Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti e nomina dei “responsabili della trasparenza”;
-la delibera n. 2/2012 “Linee guida per il miglioramento della predisposizione e dell’aggiornamento del Programma triennale per la trasparenza e l’integrità”;
-la delibera n. 50/2013 “Linee guida per I’aggiornamento del programma triennale per la trasparenza e l’integritĂ  2014/2016”,
PRESO ATTO che:
- la ClVlT, con delibera n. 4 del 7 marzo 2012 “Linee guida relative alla redazione della Relazione degli OIV sul funzionamento complessivo del sistema di valutazione, trasparenza ed integritĂ  dei controlli interni e sull’Attestazione degli obblighi relativi alla trasparenza ed all’integritĂ  (art. 14 comma 4, lettera a) e lettera g) del D. Lgs 27 ottobre 2009, n. 150) ha definito i compiti del Responsabile della Trasparenza che, oltre a seguire l’applicazione del programma triennale per la trasparenza e l’integritĂ , svolge funzioni di “interfaccia” nei confronti dell’Organismo indipendente della valutazione (o del Nucleo di valutazione) per al redazione della predetta Relazione e della connessa Attestazione;
- il D. Lgs. n. 33/2013 ha definito all’art. 43 la figura e le funzioni del Responsabile per la trasparenza, che deve essere nominato in tutte le Pubbliche Amministrazioni, prevedendo, tra tali funzioni, un’attivitĂ  di controllo sull’adempimento degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa del decreto citato, l’aggiornamento del Programma triennale per la trasparenza e per l’integritĂ  e il controllo sulla regolare attuazione del nuovo istituto dell’accesso civico sulla base di quanto stabilito dal decreto stesso;
VISTO il vigente Piano di Prevenzione della Corruzione approvato con DGC nr. 6 del 29.01.2014 il quale prevede che il Responsabile della Trasparenza sia tenuto a raccordarsi con il Responsabile della prevenzione della corruzione individuato con decreto sindacale nr. 4 del 18.04.2013 nella figura del segretario Comunale dell’Ente;
SOTTOLINEATO che il Segretario Comunale, Dott. Mauro Andreone è stato incaricato della responsabilità della prevenzione della corruzione per il nostro Ente;
DATO A TTO che la trasparenza costituisce una misura di prevenzione della corruzione;
VISTA, altresì, la necessitĂ  di disciplinare i casi di cui all’art.5, comma 4, del D .lgs n .33/2013 in materia di ritardo o mancata risposta all’accesso civico;
CONSIDERATO che ai fini organizzativi sia opportuno nominare come Responsabile per la trasparenza il Responsabile del Servizio I°, Amministrazione Generale dell’Ente, Dott. Ferruccio Cervoni, in possesso di tutti i requisiti atti allo svolgimento del compito;
CONSIDERATA la necessità di avviare i lavori per l’elaborazione del Programma triennale per la trasparenza e l’integrità;
ONSIDERATA comunque la necessitĂ  di assicurare il giusto raccordo con gli uffici e fornire al Responsabile per la Trasparenza la doverosa collaborazione;
VISTA la Circolare della Presidenza del Consiglio Dei Ministri- Dipartimento della Funzione Pubblica n. 2/2013;
VISTI:
- la Legge 7 agosto 1990, n. 241;
- il Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n.267;
- il Decreto Legislativo 31 marzo 2001, n. 165;
- il Decreto Legislativo 27 ottobre 2009, n .150;
- la Legge n.190/2012;
- il Decreto Legislativo 33 del 14 marzo 2013;
- lo Statuto Comunale;
- il Regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi;
VISTA l’ intesa tra Governo, Regioni ed Enti Locali per l’attuazione dell’art. 1, commi 60 e 61, della L. 190/2012 del 24 Luglio 2012 Rep. Atti 79/cu;
DECRETA
1. le premesse fanno parte integrante e sostanziale del presente atto;
2. di nominare il Dott. Ferruccio Cervoni, Responsabile del Servizio I°, Amministrazione Generale dell’Ente, quale Responsabile per la Trasparenza ai sensi e per gli effetti di quanto previsto dall’art. 43 del D. Lgs. N. 33/2013;
3. di stabilire che il contenuto dell’incarico è definito dalla normativa e dalle Delibere della CIVIT (oggi ANAC) richiamate in premessa;
4. di dare atto che, in qualitĂ  di Responsabile per la trasparenza, lo stesso dovrĂ  garantire uno stretto rapporto di coordinamento e collegamento con il Responsabile della prevenzione della corruzione;
5. di dare atto che il Responsabile per la trasparenza si avvarrà del supporto di tutti i settori i quali sono tenuti a garantire al responsabile della Trasparenza la collaborazione e le informazioni indispensabili per l’esercizio del suo incarico;
6. di demandare espressamente al detto Responsabile l’adozione di ogni misura organizzativa idonea ad assicurare il rispetto della normativa de qua;
7. di nominare responsabili della pubblicazione dei dati afferenti il settore di pertinenza i titolari di posizione organizzativa dell’Ente, dando atto che gli stessi sono tenuti a garantire, raccordandosi con il Responsabile della Trasparenza, la trasmissione dei dati indispensabili al rispetto del dettato normativo finalizzato alla corretta pubblicazione delle informazioni in materia di trasparenza;
8. di pubblicare la presente nomina sul sito del Comune e all’albo pretorio informatico, dandone comunicazione all’ interessato, al Nucleo di Valutazione ed ai Responsabili dei Servizi dell’Ente.

IL SINDACO
Dott. Piero Fabrizi

IL COMUNE
PRESENTAZIONE DEL SINDACO GIUNTA COMUNALE CONSIGLIO COMUNALE COMUNICATI STAMPA AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE ISTITUTO COMPRENSIVO BOVILLE ERNICA
ATTI ON LINE
ALBO PRETORIO PUBBLICAZIONI DI MATRIMONIO DELIBERE DETERMINE ORDINANZE MODULISTICA
SERVIZI
AMMINISTRAZIONE GENERALE ECONOMICO - FINANZIARIO TECNICO DEMOGRAFICO POLIZIA MUNICIPALE EDILIZIA PRIVATA
PROGETTI
ZEFIRO TERRITORI SOSTENIBILI SUAP
CULTURA E EVENTI
FESTIVAL DEI BORGHI PIU' BELLI D' ITALIA PREMIO GIOTTO BOVILLE ETNICA MANIFESTAZIONI I PALAZZI LE CHIESE STORIA IL CENTRO STORICO MONUMENTI BIBLIOTECA
CONTATTI
E-MAIL CERTIFICATA